20.10.2019

Welcome to Borderless Destination

Ciao a tutti!

Oggi è una data importante per noi, perché nasce Borderless Destination.

In realtà questa idea era già nelle nostre menti dà un po’, ma oggi (finalmente) si può scrivere la parola inizio.

Borderless Destination è un mix di ciò che noi, Michael e Chiara, siamo. Quindi, se pensate di trovare qualcosa di lineare, ci dispiace deludervi ma non sarà così, perché noi siamo tutto, tranne che lineari.

Potrete trovare diversi argomenti, fra cui lifestyle, viaggi, avventure varie e perché no, anche disavventure, e non solo.

Borderless Destination, oltre a raccontare noi stessi, le nostre passioni, quello che ci piace e non fare, vuole essere una spinta, un incoraggiamento per chi, come noi, si sente diverso e ha una costante necessità di andare contro corrente.

Ovvero, vuole comunicare che avere una visione diversa della vita non è sbagliato, semplicemente non siamo tutti uguali, e per fortuna (sai che noia)!

Siamo dei perenni sognatori, vogliamo sempre puntare in alto e per noi la parola accontentarsi, semplicemente…           non esiste.

Abbiamo scelto di aprire un canale Youtube, oltre che per dare un volto a chi sta dietro Borderless Destination, per due grandi motivi, il primo perché Michael è un grande appassionato di fotografia e video-making, ed oggi è grazie a lui se condividiamo questa passione, e il secondo motivo riguarda me, Chiara, in quanto sono sempre stata molto timida a parlare in pubblico e spero che questo mi aiuti a superare la mia timidezza.

Mentre, la decisione di avere anche un blog è arrivata principalmente da me, in quanto riesco ad esprimermi meglio attraverso la scrittura piuttosto che a parole, ma anche perché Michael, al contrario di me, non ama assolutamente scrivere, e quindi ci siamo detti “Why not?!”; io mi sforzerò di parlare ad una videocamera cercando di sembrare il più naturale possibile e tu di scrivere articoli che abbiano un senso logico.

E ora, non rimane che svelarvi perché abbiamo scelto il nome Borderless Destination.
Beh, semplicemente abbiamo tradotto in inglese il concetto di noi stessi che abbiamo in mente.
Destinazione senza confine.

Ed è esattamente così che ci sentiamo, abbiamo un punto di partenza ma non di arrivo.
Sappiamo chi siamo ora ma non chi saremo, dove saremo, cosa faremo, cosa vedremo, se ci piacerà più una cosa di un’altra. E anche se potrebbe far paura, a noi elettrizza tantissimo e piace esattamente così.
Non vogliamo porci limiti e questo varrà anche per questo progetto, non sappiamo al momento esattamente che contenuti porteremo, l’unica cosa che possiamo assicurarvi è che saremo noi, semplicemente noi.

Ora, forse, ci avrete capito ben poco, ma per questo vogliamo rassicurarvi… rimarrà una costante! 😆

 

Chiudi il menu